Docenti

Enrico Perelli

 

Ha iniziato a studiare pianoforte classico dall’età di 8 anni per poi passare progressivamente dal rag time al blues, e infine al jazz. A novembre 2008 si iscrive al Conservatorio A.Vivaldi di Alessandria al triennio di Pianoforte Jazz.

Nel febbraio 2010 comincia ad affiancare anche il percorso accademico classico conseguendo la Licenza di Teoria e Solfeggio presso lo stesso conservatorio;  l’anno successivo conclude con la votazione di 110/110 il triennio di Laurea in Pianoforte Jazz, sotto la guida di Luigi Bonafede, con una tesi/concerto su Michel Petrucciani. 

Il 9/07/14 si laurea nel biennio di secondo livello di Pianoforte Jazz, con la votazione di 110/110, sotto la guida di Luigi Martinale.

Nel Luglio 2017 consegue il Diploma di Pianoforte Classico sotto la guida dei Professori Giovanni Giannini e Simone Gragnani.

Dall’estate del 2011 partecipa regolarmente a seminari e masterclass musicali quali “Staffoli in Jazz” con insegnante Alberto Marsico ed incentrato sull’organo Hammond, “Tuscia in Jazz” con gli insegnanti Aaron Goldberg, Jason Lindner, Neil Angilley.

Dall’anno 2011 affianca l’attività di musicista all’attività didattica insegnando presso l’Associazione “Notabene” di Ivrea; dal 2014 è l’insegnante di Pianoforte presso l’Associazione Musicale “L’Artistica” di Quincinetto.

Ha fatto parte di svariati gruppi accostandomi prevalentemente al genere blues, ai musical e al funky (come la Soul Band di Franco Rivagli e Mauro Navazio). 
Ha partecipato come musicista a diversi spettacoli teatrali (900 di Baricco, con la compagnia teatrale del Liceo A.Gramsci…). Porta avanti diversi progetti acustici in duo, prevalentemente affiancando cantanti (Elena Ruscitto, voce del trio partecipante a X-factor “Sister of Soul”) e come solista in hotel di lusso: in particolare si può citare l’esperienza al Grand Hotel Zermatterhof a Zermatt e all’Hotel Bellevue di Cogne. 

E’ stato per 6 anni il pianista del cantautore eporediese Fabrizio Zanotti, con il quale incide, nel 2008, il disco “Pensieri Corti, edito da Storie di Note. 
A dicembre 2010 prende parte al Festival “Mei” di Faenza avendo la fortuna di suonare con Claudio Lolli.

Il 4 giugno 2012 esce il secondo album del progetto con Fabrizio Zanotti, registrato Live al Teatro Giacosa di Ivrea in occasione della serata per la resistenza, intitolato “Sarò Libero!
E’ inoltre cofondatore di una agenzia musicale che fa dell’adattamento e della versatilità il proprio punto di forza, proponendo intrattenimenti musicali nelle occasioni più disparate: Daniele Pavignano Wedding Songs.

 A luglio del 2011 presso il Jazz Club del Canavese suona come trombonista nell’ottetto del proprio insegnante Luigi Bonafede, condividendo il palco con musicisti del calibro di Aldo Mella, Paola Mei, Massimo Baldioli.

Sempre con Luigi Bonafede fonda nel 2014 il gruppo “Goodfaith Quartet” con Max Carletti alla chitarra e Gianluigi Corvaglia al sassofono, incentrato sulle composizioni originali degli stessi Bonafede e Carletti, proposte in un sound elettrico con la preponderante presenza dell’organo Hammond.

Ha fatto parte del quartetto jazz del Conservatorio di Alessandria proponendo un progetto sulla figura di Duke Ellington e suonando in diverse sale da concerto e festival (Festival Internazionale “Scatola Sonora” di Alessandria).

Ha suonato con:

Fabrizio Zanotti, Claudio Lolli, Luigi Bonafede, Massimo Baldioli, Alfonso Domenici, Roberto Regis, Aldo Mella, Paola Mei, Luigi Biolcati, Gianni Denitto, Saverio Miele, Gianmaria Ferrario, Gianluigi Corvaglia, Luca Volontè, Valentina Mey, Stefano Profeta, Claudio Bianzino, Gianpiero Malfatto, Giulio Visibelli, Marco Scipione, Manuela Florio, Massimo Enrico, Maurizio Strapazzon, Franco Rivagli, Mauro Navazio, Marco Rivagli, Elena Ruscitto, Daniele Pavignano, Davide Ronfetto, Silvano Ganio Mego, Luca Bob Gotti, Loris Deval, Andrea Stracuzzi, Federico Monetta, Erika Celesti, Pia Perez.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *